fbpx

LANDING PAGE: cosa vuol dire, la struttura e come si crea

 

 

COSA VUOL DIRE E QUALI TIPI CI SONO

 

La landing page è la pagina di atterraggio, ossia la pagina a cui viene indirizzato l’utente nel momento in cui da ricerca organica, una mail, un’inserzione social o qualsiasi altri canale, decide di approfondire cliccando sul link che gli viene proposto.

Esistono vari tipi di landing pages e non sono solo quelle dedicate alla vendita.

Possiamo classificarle in:

1. Sales page (pagine dirette alla vendita):

normalmente più lunghe, complesse e articolate delle altre landing pages. Hanno come obiettivo la vendita in prima battuta e direttamente dalla pagina, obiettivo che a oggi è diventato sicuramente più difficile rispetto a 10 anni fa. Affinchè una sales page sia efficace, dobbiamo conoscere bene il contesto, la buyer persona, sapere a che punto del funnel si trova e capire con quali touch points presidiati siamo riusciti a portarlo a noi e se è pronto per l’acquisto. Dobbiamo quindi prevedere il customer journey dell’utente prima dell’acquisto. Il copy di una landing page di vendita dovrà avere delle caratteristiche e individuare le domande che rappresentano il problema o desiderio del cliente:

  • Dare la propria soluzione
  • Sottolineare le caratteristiche di ciò che si vuole vendere
  • Enunciare le motivazioni che lo rendono differente da altri
  • Evidenziare gli elementi di credibilità esterna, ossia elencare chi ha scelto la nostra azienda e feedback positivi
  • Inserire call to action chiare e trasparenti su cosa si ottiene cliccando e ripetere la cta più volte nella pagina.
  • Focalizzare l’attenzione sull’oggetto specifico senza inserire ulteriori link o menù
  • Inserire un form per il contatto. Questo elemento potrebbe ridurre la conversion rate ma far acquisire leads. Tutto dipende in che punto del funnel ci si trova.

 

2. Video landing

3. Registration

4. Coming soon (annuncio di prossima apertura o altro)

5. Webinar registration (Iscrizione a webinar)

6. Countdown (un conto alla rovescia al lancio di un prodotto, alla scadenza di una promo, etc.)

7. Download page (in fase di richiesta di contatto a un utente per tenerlo informato sulle attività aziendali, si invia la possibilità di scaricare un documento o altre utilities in un rapporto do ut des)

8. Product launch (annuncio lancio nuovo prodotto)

 

LA STRUTTURA DI UNA LANDING PAGE

 

  • La landing page di solito non ha menù.
  • Ha dei contenuti molto specifici in base alla richiesta secifica (ricerca specifica) dell’utente. (è opportuno creare diverse landing pages in base a keyword, campagne e prodotti diversi).
  • Gli unici link presenti all’interno delle landing pages sono i pulsanti di call to action.
  • Graficamente sono più curate di una pagina normale di un sito e possono anche essere staccate dal sito stesso e quindi essere gestite con altri strumenti.

COME SI CREA UNA LANDING PAGE?

Le landing page si possono creare in vari modi:

  1. facendole creare ad hoc da un’agenzia specializzata;
  2. affidarsi a un grafico che la realizza in formato Photoshop (psd) e poi da psd portarlo in html;
  3. usando wordpress cercando di essere impattanti;
  4. affidarsi a un web designer bravo sia per la grafica che in materia di codifica;
  5. acquistando temi di landing pages da terze parti che fanno questo di mestiere e poi caricandoli sul sito (o sul sito del cliente).

 

Le landing pages sono fondamentali per le conversioni, ma anche per il posizionamento SEO e la lead generation.

 

Spero di esservi stato utile. Alla prossima!

Pin It on Pinterest

Share This